i danesi amano il rugbrød

Il rugbrød è un pane integrale di segale (che spesso viene chiamato anche pane nero per il colore scuro delle pagnotte) alquanto comune in Danimarca.

Nei supermercati ci sono sezioni dedicate con decine e decine di varianti e tipologie differenti tutte aventi comunque lo stesso denominatore: farina integrale di segale (a volte c’è anche una parte di farina di frumento), chicchi sempre di segale (interi o tritati), sale e spesso semi di girasole, lino o zucca. Poi, fondamentale è il lievito madre (non vengono infatti usati lieviti chimici o industriali). Il rugbrød si presenta sempre in pagnotte rettangolari che vengono, al momento del consumo, tagliate a fette sottili. In alcuni casi possono essere già tagliate nella confezione. Il pane ha come caratteristica principale quella di avere una alveolatura piuttosto limitata o inesistente (significa che non ci sono fori o aperture ma il pane è molto compatto). Inoltre la pasta è leggermente umida e non secca. Si spezza molto facilmente con le mani. Il contenuto di grassi è molto basso rispetto ad altri prodotti da forno e, di solito, non ci sono grassi aggiunti. In alcuni casi c’è la presenza di malto d’orzo.

Per i danesi il rugbrød è un prodotto essenziale nell’alimentazione. Lo considerano un qualcosa di necessario al benessere dell’organismo, della digestione, in considerazione dell’alto contenuto di fibra che contiene. Difficile pensare a un pasto in Danimarca senza la presenza del tipico pane scuro.

Chi vuole cimentarsi nella produzione di questo pane così nutriente può seguire questa interessante ricetta (in inglese):
http://nordicfoodliving.com/danish-rye-bread-rugbrod/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *