esile ma tenace come una clematide

Fra Maggio e Giugno, tanti giardini si riempiono di fiori colorati quasi a festeggiare la bella stagione, l’arrivo di temperature più calde e di giornate soleggiate. Fra questi fiori così diversi come colore, dimensione, aspetto, spicca la Clematite. Una pianta perenne con portamento rampicante che colpisce soprattutto per la struttura molto sottile e poco consistente del fusto (che ricorda quello della vite) in rapporto ai fiori che sono quasi sempre piuttosto grandi e con colorazioni molto intense, toni decisi o, a volte, delicati, sempre femminili, dal bianco al viola. Grandi fiori che sembrano di tessuto quasi spropositati rispetto all’esilità del fusto.

Nonostante l’apparenza, la Clematite è una pianta molto robusta, tenace, che non si arrende facilmente anche di fronte a situazioni difficili o non ottimali quali un’estate torrida con poca pioggia o inverni rigidissimi. Si potrebbe dire che con questa sua resilienza ai fattori esterni rappresenta il fatto che spesso non è la forza fisica quella che ci fa superare le avversità della vita ma quella interiore come l’energia positiva che abbiamo dentro, la determinazione o la consapevolezza dei propri mezzi e delle proprie risorse. Per questa ragione la Clematide, nel linguaggio dei fiori significa gioia, fortuna e l’auspicio di successo in un’impresa, ma anche la bellezza interiore. Averla in giardino e prendersene cura significa godere dei suoi appariscenti, armonici ed eleganti fiori oltre al messaggio di volontà e di risolutezza che ci trasmette ogni volta che le rivolgiamo lo sguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *