I ciliegi in fiore fanno primavera

Se non sei di Vignola, giapponese o abiti a Washington, DC forse non hai mai assistito a una spettacolare e celebrata fioritura dei ciliegi. In questi posti, infatti, l’evento naturale è qualcosa di veramente speciale che rappresenta il momento più importante di tutto l’anno. Qui una rondine non fa primavera ma un ciliegio fiorito certamente sì.

Ma cosa c’è di tanto speciale in un momento così effimero? E’ certamente un segnale del cambio di stagione ma ce ne sono sicuramente altri: il traffico che aumenta nei weekend dove tutti debbono farsi una gita fuori porta, il cinguettare degli uccelli che iniziano all’alba a far casino e non smettono fino a sera, l’ora solare che ti sconvolge il sonno, la necessità improrogabile di tagliare l’erba del giardino che all’improvviso ha raggiunto un’altezza spaventosa. Il fiorire di un innocuo albero di ciliegie ha sicuramente un impatto più modesto e dolce. Giusto quindi assaporare il momento anche perché quegli stessi fiori ci regaleranno succosi e turgidi frutti in estate. In realtà il ciliegio giapponese (Prunus serrulata) ha una fioritura spettacolare ma non fa frutti come invece avviene per altre varietà (Prunus avium, Prunus cerasus, etc.).


In Giappone la fioritura dei ciliegi (sakura) è un momento estremamente importante che gli abitanti del paese del sol levante (ma anche numerosi turisti) aspettano con trepidazione per mesi e che avviene in momenti diversi a seconda della zona con un calendario che viene comunicato anno per anno e che varia in base alle temperature e ad altri fenomeni meteorologici. In questo periodo, che prende il nome di hanami (che significa “ammirare la fioritura”) e che di solito va da metà Marzo a metà Aprile si svolgono numerose manifestazioni ed eventi per celebrare il ritorno della bella stagione.

Il ciliegio giapponese del mio giardino

La fioritura dei ciliegi ha per tanti, e non solo i giapponesi, il significato simbolico della rinascita, del rinnovamento, del ritrovare una serenità e una pace che, nei mesi freddi, sembrava persa. Di fronte a un albero così stupendamente decorato ci si rende conto, in un attimo, della bellezza della natura e del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *