Malta, crogiolo di culture e storia

Situata a sud della Sicilia e più vicina all’Italia delle isole Pelagie (Lampedusa e Linosa), Malta non è una sola isola ma un arcipelago composto dall’isola maggiore (Malta) più Gozo, Comino (le uniche abitate ) e molte altre piccole isole disabitate. Per questa sua posizione geografica, sulla rotta dall’Africa verso l’Europa, è da tempo area di migrazione e di sbarco.

Leggi tutto “Malta, crogiolo di culture e storia”

il guacamole, quintessenza della cucina messicana

Difficile pensare alla cucina messicana senza considerare il guacamole, una salsa a crudo di avocado, spezie, erbe e altri vegetali che spesso, nei ristoranti, viene preparata all’istante. Essendo molto popolare non solo in Messico ma anche negli USA e in altri paesi dove la cucina messicana è apprezzata, questo piatto molto sostanzioso, cremoso, appetitoso, fresco e ideale da assaporare soprattutto nei mesi estivi, si può avere la fortuna di vederselo preparare al tavolo da camerieri diventati cuochi improvvisati.

Leggi tutto “il guacamole, quintessenza della cucina messicana”

rooibos e karkadè: esotici infusi dall’Africa

Fra le innumerevoli bevande senza caffeina o teina che troviamo in erboristeria, ma anche nei supermercati, ce ne sono due che vale la pena di scoprire o approfondire non solo per il gusto particolare e il fatto che possono essere bevute senza problemi da tutti ma anche per la loro provenienza che le rende uniche e originali. Inoltre contengono numerose sostanze benefiche utili al proprio benessere e alla propria salute.

Leggi tutto “rooibos e karkadè: esotici infusi dall’Africa”

il carciofo, indiscusso protagonista in cucina

Il carciofo, generoso ortaggio tipicamente mediterraneo, è un protagonista, un primo attore, un solista. Può fare bella figura, grazie al sapore intenso e leggermente amarognolo, già da solo, senza accompagnamenti ma semplicemente condito con olio, sale e limone. E’ infatti non facile abbinarlo ad altre verdure o altri alimenti (ma anche a un vino) per questa sua caratteristica di spiccata personalità che lo fa tuttavia apprezzare da tanti.

Leggi tutto “il carciofo, indiscusso protagonista in cucina”

è tempo di melagrane

Fra i frutti dell’Autunno, nel gruppo di quelli “dimenticati” come nespole, mele cotogne e corbezzoli, c’è anche la melagrana. Bisogna subito sottolineare che la melagrana è il frutto del melograno, che è un albero (per essere precisi un grande cespuglio) di origine asiatica. I termini vengono spesso usati impropriamente, non come viceversa succede per “mela” e “melo”. Non ci sogneremmo infatti mai di chiamare questo frutto così familiare al maschile. Leggi tutto “è tempo di melagrane”

la cipolla rossa lunga di Firenze

Di cipolle ce ne sono un’infinità. Grandi, piccole, rotonde, affusolate, bianche e rosse. In questo grande gruppo di ortaggi (che fanno parte della famiglia delle Liliacee), che crescono appena sopra la terra e hanno radici superficiali, ci sono anche porro, erba cipollina, scalogno e aglio. Fra quelle rosse di media grandezza, con forma allungata, oltre alla più conosciuta e blasonata cipolla di Tropea, troviamo anche la cipolla rossa lunga di Firenze. Un prodotto non sempre facile da scovare nei mercati ma che vale la pena di scoprire e assaggiare. Leggi tutto “la cipolla rossa lunga di Firenze”

tabulè, un’esplosione di colori e sapori

Il tabulè (chiamato con mille altri nomi come tabboulleh o tabuli a seconda della parte di mondo dove vi trovate e che significa “un po’ speziato”) altro non è che grano spezzato cotto con aggiunta di condimenti vari. Nell’aspetto ricorda molto il cuscus ma quest’ultimo è una pasta, anche se microscopica, e quindi un prodotto trasformato. Inoltre il tabulè si mangia generalmente freddo mentre il cuscus caldo o a temperatura ambiente. Il modo di preparazione e gli ingredienti che vanno ad arricchire i due piatti sono viceversa molto simili. Leggi tutto “tabulè, un’esplosione di colori e sapori”

foglie di senape selvatica con olio e limone

Complice un generoso fruttivendolo che mi ha portato una cassetta di senape dalla Sardegna, e parlo della pianta, delle foglie, dei rami e non di quella salsa densa e piccante che conosciamo (e di cui avevo già parlato in passato), mi sono ritrovato a cucinare (e gustare) qualcosa che non conoscevo assolutamente. In effetti è difficile trovare questi vegetali nei mercati e ancora meno nei ristoranti. Forse in passato qualcuno li coltivava o li andava a raccogliere nei campi ma oggi, salvo qualche agricoltore del Centro e Sud Italia, nessuno se ne occupa vista la domanda pressocché inesistente. Leggi tutto “foglie di senape selvatica con olio e limone”