il carciofo, indiscusso protagonista in cucina

Il carciofo, generoso ortaggio tipicamente mediterraneo, è un protagonista, un primo attore, un solista. Può fare bella figura, grazie al sapore intenso e leggermente amarognolo, già da solo, senza accompagnamenti ma semplicemente condito con olio, sale e limone. E’ infatti non facile abbinarlo ad altre verdure o altri alimenti (ma anche a un vino) per questa sua caratteristica di spiccata personalità che lo fa tuttavia apprezzare da tanti.

Leggi tutto “il carciofo, indiscusso protagonista in cucina”

i colori del giardino d’inverno

Quando si pensa al giardino, nella stagione fredda, in genere lo si associa a qualcosa di spento, di brullo, di incolore. In molti casi non è così. Sicuramente l’attività delle piante si riduce quasi completamente in inverno (almeno nella mia zona climatica) ma alcune specie continuano invece a fiorire o a cambiare colore diventando alquanto accese e vive e raggiungendo, in alcuni casi, il loro massimo splendore.

Leggi tutto “i colori del giardino d’inverno”

i canederli, l’essenza dell’Alto Adige in un piatto

Se volessimo sintetizzare i valori della gente dell’Alto Adige in un piatto, i canederli (in tedesco knödel) sarebbero sicuramente quelli che li rappresentano al meglio. Infatti ritroviamo in questa specialità tipica di questa zona (ma anche del Trentino, del Friuli, del Tirolo austriaco e di una certa parte del nord Europa) la concretezza, la determinazione, la sostanza ma anche la ricercatezza che sono le caratteristiche primarie di questo popolo.

Leggi tutto “i canederli, l’essenza dell’Alto Adige in un piatto”

è tempo di melagrane

Fra i frutti dell’Autunno, nel gruppo di quelli “dimenticati” come nespole, mele cotogne e corbezzoli, c’è anche la melagrana. Bisogna subito sottolineare che la melagrana è il frutto del melograno, che è un albero (per essere precisi un grande cespuglio) di origine asiatica. I termini vengono spesso usati impropriamente, non come viceversa succede per “mela” e “melo”. Non ci sogneremmo infatti mai di chiamare questo frutto così familiare al maschile. Leggi tutto “è tempo di melagrane”

la cipolla rossa lunga di Firenze

Di cipolle ce ne sono un’infinità. Grandi, piccole, rotonde, affusolate, bianche e rosse. In questo grande gruppo di ortaggi (che fanno parte della famiglia delle Liliacee), che crescono appena sopra la terra e hanno radici superficiali, ci sono anche porro, erba cipollina, scalogno e aglio. Fra quelle rosse di media grandezza, con forma allungata, oltre alla più conosciuta e blasonata cipolla di Tropea, troviamo anche la cipolla rossa lunga di Firenze. Un prodotto non sempre facile da scovare nei mercati ma che vale la pena di scoprire e assaggiare. Leggi tutto “la cipolla rossa lunga di Firenze”

tabulè, un’esplosione di colori e sapori

Il tabulè (chiamato con mille altri nomi come tabboulleh o tabuli a seconda della parte di mondo dove vi trovate e che significa “un po’ speziato”) altro non è che grano spezzato cotto con aggiunta di condimenti vari. Nell’aspetto ricorda molto il cuscus ma quest’ultimo è una pasta, anche se microscopica, e quindi un prodotto trasformato. Inoltre il tabulè si mangia generalmente freddo mentre il cuscus caldo o a temperatura ambiente. Il modo di preparazione e gli ingredienti che vanno ad arricchire i due piatti sono viceversa molto simili. Leggi tutto “tabulè, un’esplosione di colori e sapori”